Jaguar Land Rover: il futuro del “Modern Luxury” tra design e sostenibilità

Jaguar Land Rover: il futuro del “Modern Luxury” tra design e sostenibilità

di Marco Santucci, CEO, Jaguar Land Rover Italia

Gli obiettivi internazionali dell’Agenda 2030; la Normativa Europea che prevede l’elettrificazione dei veicoli al 100% entro il 2035; gli impegni condivisi di sostenibilità per garantire un futuro migliore alle nuove generazioni. Queste le carte sul tavolo, dove siede anche Jaguar Land Rover, l’azienda dei due marchi britannici Jaguar e Land Rover, e che sta lavorando alacremente a soluzioni altamente tecnologiche ed innovative che rendano i propri veicoli sempre più conformi agli obiettivi di sostenibilità. 

Spinti dalla convinzione che minimizzare l’impatto ambientale sia ormai un dovere di ogni azienda, ben dieci anni prima del divieto di produzione di auto benzina o diesel, Jaguar venderà solo auto elettriche. Un anticipo al 2025 della normativa Europea che conferma lo spirito pioneristico del Gruppo inglese. Si prevede che entro il 2030 Jaguar Land Rover ridurrà le emissioni di gas serra del 46% nelle proprie operazioni. Ma non solo. L’azienda taglierà le emissioni medie per veicolo in tutta la filiera produttiva del 54%, compresa la riduzione del 60% durante la fase di utilizzo dei veicoli stessi. 

Approvati dall’iniziativa Science Based Targets (SBTi), questi impegni ufficiali non solo confermano il percorso dell’azienda a favore del contenimento del riscaldamento globale a 1,5°C – in linea con l’accordo di Parigi – ma vanno anche oltre perché soddisfano l’obiettivo più ambizioso fissato in quella occasione. Jaguar Land Rover ha per la prima volta annunciato il proprio impegno con la SBTi nell’ambito del sostegno al COP26, il summit sul cambiamento del clima tenuto nel novembre 2021. 

Obiettivi ambiziosi ma realizzabili: per la fine del decennio, Jaguar Land Rover ridurrà infatti addirittura del 46% le emissioni di gas serra relative alla produzione rispetto al 2019. E del 54%, relativamente a ogni auto, lungo l’intera catena del valore, ivi compresa una riduzione del 60% nella fase di utilizzo del veicolo. Per attendere agli impegni presi, l’azienda decarbonizzerà la progettazione e i materiali, le operazioni di produzione, la catena di approvvigionamento, l’elettrificazione, la strategia delle batterie, i processi di economia circolare e il trattamento di fine vita.  

Ma la sostenibilità passa anche attraverso una nuova idea di design, minimalista essenziale e  più eco-compatibile. Jaguar Land Rover reinterpreta così il futuro del “Modern Luxury” dei suoi due marchi britannici. Al cuore della strategia dell’azienda “Reimagine” c’è, infatti, l’elettrificazione di entrambi i marchi Jaguar e Land Rover, per garantire che entro la fine del decennio tutti i principali modelli Jaguar e Land Rover siano disponibili in versione totalmente elettrica, mantenendo unico ed inimitabile  il design .

Non solo elettrificazione, quindi .Grande attenzione anche per i materiali utilizzati per i propri modelli. Jaguar Land Rover Design ha pensato fin dall’inizio della progettazione di collaborare con brand che utilizzano le materie prime in modo più responsabile e sostenibile – dall’eucalyptus, un tessuto a base vegetale e quindi privo di fibre animali, alle bottiglie di plastica riciclate per creare un blend con la lana grazie alla partnership  con Kvadrat. Si tratta di un’ azienda danese  che produce per Jaguar Land Rover  un tessuto raffinato in misto  lana di alta qualità che viene abbinato ad un tessuto scamosciato  realizzato con bottiglie di plastica riciclate.

Tutto questo rappresenta la strada  che porterà Jaguar Land Rover a diventare  entro il 2039 un’azienda a zero emissioni di carbonio attraverso la sua catena di prodotti, forniture e processi.

Leggi il secondo numero di WAVE - Smart Mobility Magazine

Smart Ways: Le nuove strade della mobilità tra terra, cielo e mare”

Leggi WAVE Magazine