Aeroporti: va avanti il confronto sul Patto di decarbonizzazione

L’impegno di Aeroporti di Roma  per un futuro più green

Troncone (Amministratore Delegato di Aeroporti di Roma): ‘Vogliamo assicurare il nostro contributo alla transizione verde’

Va avanti il confronto promosso da Aeroporti di Roma attraverso il Patto per la decarbonizzazione del trasporto aereo, giunto quasi al secondo anno di vita. 

L’individuazione delle componenti essenziali per assicurare un contributo sostanziale degli aeroporti al processo di decarbonizzazione del comparto aereo, le nuove tecnologie applicate all’aviazione, la recente regolamentazione europea in materia per evitare uno svantaggio competitivo del settore con perdita di connettività e gli incentivi allo sviluppo delle infrastrutture per l’approvvigionamento e la produzione di Saf. 

E’ lungo queste coordinate che si sono svolte le due tavole rotonde – marzo e maggio 2023 – sugli interventi per rendere ancora più sostenibili le infrastrutture aeroportuali, priorità per assicurare la transizione verde dell’intero comparto, nell’ambito del Patto per la decarbonizzazione del trasporto aereo, best practice italiana promossa da Aeroporti di Roma, con il patrocinio di Enac e Ministero dell’ambiente e sicurezza energetica.

Un percorso – è stato sottolineato – che deve essere intrapreso senza deprimere il settore, assicurando l’accesso alla mobilità per i cittadini e incentivando gli investimenti in ricerca e sviluppo, attraverso misure in grado di ridurre le emissioni come biocarburanti, elettrificazione dei mezzi, utilizzo di fonti rinnovabili, e lo sviluppo dell’intermodalità.

Il lavoro di confronto e ricerca di soluzioni che sta portando avanti il Comitato di Indirizzo del Patto – ha dichiarato Marco Troncone, Amministratore Delegato di Aeroporti di Roma – è un unicum a livello internazionale che dimostra la maturità di un comparto che, grazie alla guida dell’Enac e dei ministeri di riferimento, in particolare MIT e MASE oggi presenti, intende assicurare il proprio solido contributo ai decisori italiani ed europei, soprattutto in considerazione della complessità delle politiche pubbliche da adottare.”

Gli incontri sono stati l’occasione per delineare il perimetro dei lavori del 2nd Annual Congress promosso dal Patto per la decarbonizzazione del trasporto aereo in programma nella stagione autunnale di quest’anno. 

Perimetro delineato anche grazie al contributo dei membri del Comitato di Indirizzo. “Il lavoro di confronto e ricerca di soluzioni che sta portando il Comitato di indirizzo – ha proseguito l’Ad – è un unicum a livello internazionale e dimostra la maturità di un comparto che, grazie alla guida dell’Enac e dei ministeri di riferimento, in particolare MIT e MASE, intende assicurare il proprio solido contributo ai decisori italiani ed europei, soprattutto in considerazione della complessità delle politiche pubbliche da adottare. Obiettivo di quest’anno – ha aggiunto – sarà identificare il percorso per raggiungere i target senza deprimere il settore, incentivando gli investimenti attraverso misure in grado di ridurre le emissioni come: biocarburanti, utilizzo di fonti rinnovabili, nuove tecnologie per la propulsione degli aerei e lo sviluppo dell’intermodalità.”

Leggi il secondo numero di WAVE - Smart Mobility Magazine

Smart Ways: Le nuove strade della mobilità tra terra, cielo e mare”

Leggi WAVE Magazine