21 marzo 2024: una data da ricordare per la storia della marineria italiana

Moby Legacy e Moby Fantasy fanno ingresso in linea contemporaneamente

L’incrocio dei due traghetti più grandi e green al mondo sulla tratta fra Livorno è Olbia è un record elevato a potenza

Grazie alla presenza contemporanea di queste due navi è come se – per intenderci – ogni giorno 16 chilometri di auto, camion e semirimorchi salissero a bordo, con il conseguente risparmio ambientale ed economico, al servizio dei territori collegati.

Le caratteristiche di Fantasy e Legacy: la sostenibilità al primo posto

Con 237 metri di lunghezza per 32 di larghezza e una stazza lorda di 69.500 tonnellate Moby Legacy è – insieme alla nave gemella Moby Fantasy – il traghetto passeggeri più grande finora costruito a livello mondiale, con una capacità di 3.000 passeggeri, 441 cabine, 400 poltrone e 3.850 metri lineari di carico rotabile pari a 1.300 auto o 300 camion.

Gli elevati standard di sostenibilità adottati li rendono anche i traghetti più all’avanguardia e tecnologicamente sofisticati rispetto alla tutela dell’ambiente e alla riduzione delle emissioni. Sono dotati delle tecnologie ambientali più all’avanguardia, capaci di assicurare una riduzione del 50% delle emissioni di CO2 rispetto ai traghetti oggi impiegati su linee analoghe. Le navi, inoltre, sono già predisposte per poter essere alimentate a GNL (gas naturale liquefatto) e sono dotate della possibilità di ricevere l’alimentazione da terra assicurando emissioni zero in porto quando saranno disponibili le strutture in banchina.

Entrambe hanno ottenuto la certificazione EEDI Phase 3, grazie a un design che riduce l’intensità carbonica del 32%. Inoltre sono dotate di due scrubber per eliminare le emissioni di zolfo nell’ambiente sia in navigazione che in ormeggio. Il design degli scafi e gli organi propulsivi ad alta efficienza idrodinamica, poi, assicurano un risparmio di combustibile e una conseguente riduzione dell’inquinamento: la Moby Legacy, come la Moby Fantasy, è in grado di trasportare il carico di due navi, dimezzando di fatto le emissioni nocive del 50% a parità di carico trasportato.

Il refitting della flotta

Non un semplice “rimontaggio” come da traduzione nel senso stretto della parola. Ma anche miglioramento delle performance e aumento dei comfort; mantenere la migliore condizione possibile del vettore, sempre. E oggi questo significa anche rendere i vettori sempre più ambientalmente compatibili. 

Il settore dello shipping sta attraversando un momento di profondo cambiamento, ci sono ancora molte turbolenze dettate dalle normative europee sui carburanti e le nuove regolamentazioni alle quali dovremo prestare continua attenzione. Per questo abbiamo in programma investimenti nel refitting della flotta per 36 milioni di euro realizzati in cantieri italiani generando un ulteriore impatto positivo sul nostro territorio” spiega l’amministratore delegato del gruppo Moby Achille Onorato

E così Kongsberg Maritime si è aggiudicata un contratto per l’aggiornamento dei sistemi di propulsione di cinque traghetti passeggeri RO-RO, con interventi di ammodernamento delle navi che ridurranno complessivamente le emissioni di CO2 di oltre 30.000 tonnellate all’anno. Il sistema di propulsione Promas integra l’elica a passo variabile, il coprimozzo, il bulbo e il timone in un’unica unità propulsiva, aumentando l’efficienza e la manovrabilità e offrendo un significativo risparmio di carburante senza perdite di potenza. 

Questo ultimo investimento per l’ammodernamento della nostra flotta dimostra il costante impegno a ridurre l’impatto ambientale delle nostre operazioni e a migliorare il servizio complessivo che possiamo offrire ai clienti. Realizzando un programma di aggiornamenti relativamente semplici ai sistemi di propulsione, riducendo le emissioni di CO2 di oltre 30.000 tonnellate all’anno” conclude Onorato. 

Leggi il terzo numero di WAVE - Smart Mobility Magazine

Smart Ways: DESTINAZIONE NET ZERO - VERSO LA DECARBONIZZAZIONE DEI TRASPORTI”

Leggi WAVE Magazine